Splendida immagine globale della Terra scattata da un satellite della NASA

È un’immagine sorprendente del nostro pianeta che cattura tutto, dalla tonalità blu brillante del Mar dei Caraibi al denso smog sopra l’India settentrionale.

Ma oltre a fornire una nuova prospettiva globale della Terra dallo spazio, l’immagine è solo l’inizio di una nuova missione scientifica che monitorerà l’ecologia degli oceani e la salute marina, oltre a essere in grado di monitorare incendi, siccità e inondazioni.

Questo perché è stata scattata da un satellite della NASA lanciato di recente, NOAA-21, che gli esperti sperano possa fornire informazioni vitali sugli oceani, l’atmosfera e la terraferma del nostro pianeta.

Il veicolo spaziale che osserva la Terra ha uno strumento noto come Visible Infrared Imaging Radiometer Suite (VIIRS), che ha iniziato a raccogliere dati all’inizio di dicembre e ha prodotto un mosaico di fotogrammi nell’arco di 24 ore.

Incredibile: oltre a fornire una nuova prospettiva globale della Terra dallo spazio, questa immagine è solo l'inizio di una nuova missione scientifica che monitorerà l'ecologia degli oceani e la salute marina, oltre a monitorare incendi, siccità e inondazioni

Incredibile: oltre a fornire una nuova prospettiva globale della Terra dallo spazio, questa immagine è solo l’inizio di una nuova missione scientifica che monitorerà l’ecologia degli oceani e la salute marina, oltre a monitorare incendi, siccità e inondazioni

Cattura tutto, dal blu brillante del Mar dei Caraibi (nella foto) all'Himalaya innevato e all'altopiano tibetano

Cattura tutto, dal blu brillante del Mar dei Caraibi (nella foto) all’Himalaya innevato e all’altopiano tibetano

CHE COS’È NOAA-21?

Il NOAA-21 è entrato in orbita dalla Vandenberg Space Force Base il 10 novembre.

Ha uno strumento noto come il Visible Infrared Imaging Radiometer Suite (VIIRS), che fornirà informazioni vitali sugli oceani, l’atmosfera e la terraferma del nostro pianeta.

VIIRS misura la temperatura della superficie del mare, una metrica importante per monitorare la formazione degli uragani, mentre il monitoraggio del colore dell’oceano aiuta a tenere sotto controllo l’attività del fitoplancton, un indicatore chiave dell’ecologia oceanica e della salute marina.

NOAA-21 è il secondo della nuova generazione di satelliti in orbita polare della NOAA.

Il primo, NOAA-20, è stato lanciato nel 2017, un terzo seguirà nel 2027 e un quarto nel 2032.

Un altro satellite di ricerca noto come Suomi-NPP, esploso nello spazio nel 2011, è servito da modello per la serie JPSS.

Ha spezzato tutti i tipi di caratteristiche, tra cui l’Himalaya innevato e l’altopiano tibetano, alla foschia e allo smog sull’India settentrionale causati dagli incendi agricoli.

VIIRS misura la temperatura della superficie del mare, una metrica importante per monitorare la formazione degli uragani, mentre il monitoraggio del colore dell’oceano aiuta a tenere sotto controllo l’attività del fitoplancton, un indicatore chiave dell’ecologia oceanica e della salute marina.

“Il colore turchese che è visibile intorno a Cuba e alle Bahamas nell’immagine in basso a sinistra sopra proviene dai sedimenti nelle acque poco profonde intorno alla piattaforma continentale”, ha detto il dott. Satya Kalluri, scienziato del programma presso la National Oceanic and Atmospheric Administration.

Via terra, VIIRS può rilevare e misurare incendi, siccità e inondazioni e i suoi dati possono essere utilizzati per tracciare lo spessore e il movimento del fumo degli incendi.

Lo strumento fornisce anche l’analisi della copertura di neve e ghiaccio, nuvole, nebbia, aerosol e polvere e la salute delle colture mondiali.

Raccoglie immagini nello spettro della luce visibile e infrarossa, consentendo agli scienziati di vedere i dettagli della superficie terrestre.

Uno dei suoi usi più importanti è la produzione di immagini sull’Alaska, ha aggiunto il dottor Kalluri, perché i satelliti come NOAA-21 orbitano attorno alla Terra dal Polo Nord al Polo Sud, quindi volano direttamente sopra l’Artico più volte al giorno.

Ha anche quella che è conosciuta come una banda giorno-notte, che cattura immagini di luci di notte, comprese le luci della città, i fulmini, le aurore e le luci delle navi e degli incendi.

“VIIRS serve così tante discipline, è un insieme di misurazioni assolutamente critico”, ha affermato il dott. James Gleason, scienziato del progetto della NASA per il progetto di volo Joint Polar Satellite System (JPSS).

“VIIRS fornisce molti prodotti di dati diversi che vengono utilizzati dagli scienziati in campi non correlati, dagli economisti agricoli che cercano di fare previsioni sui raccolti, agli scienziati della qualità dell’aria che prevedono dove sarà il fumo degli incendi, alle squadre di supporto in caso di calamità che contano le luci notturne per capire l’impatto di un disastro.’

NOAA-21 è il secondo satellite operativo della serie JPSS, essendo entrato in orbita dalla Vandenberg Space Force Base il 10 novembre.

Il precedente, noto come NOAA-20, è stato lanciato a novembre 2017.

Coperto: ha anche spezzato la foschia e lo smog sull'India settentrionale (nella foto), che secondo gli esperti è stato causato da incendi agricoli

Coperto: ha anche spezzato la foschia e lo smog sull’India settentrionale (nella foto), che secondo gli esperti è stato causato da incendi agricoli

NOAA-21 (raffigurato nell'impressione di un artista) è il secondo satellite operativo della serie JPSS, dopo essere entrato in orbita dalla Vandenberg Space Force Base il 10 novembre

NOAA-21 (raffigurato nell’impressione di un artista) è il secondo satellite operativo della serie JPSS, dopo essere entrato in orbita dalla Vandenberg Space Force Base il 10 novembre

Entrambi i velivoli osservano l’intera superficie terrestre due volte al giorno mentre navigano a 512 miglia (824 chilometri) sopra il nostro pianeta a 17.000 mph (27.360 km/h).

Un terzo satellite JPSS dovrebbe essere lanciato nel 2027 e un quarto nel 2032.

Un altro satellite di ricerca noto come Suomi-NPP, esploso nello spazio nel 2011, è servito da modello per la serie JPSS.

‘Abbiamo lanciato più satelliti meteorologici per essere doppiamente e ora triplamente sicuri di averne sempre uno attivo. Lo spazio è un ambiente pericoloso’, ha affermato il dott. Gleason.

‘Succedono cose e puoi perdere uno strumento o un satellite, ma non possiamo perdere i dati. È troppo importante per troppe persone».

NOAA-21 sarà il 21° satellite in orbita polare gestito da NOAA e dovrebbe avere una vita di missione di circa sette anni.

Se ti è piaciuto questo articolo…

Che ne dici di dare un’occhiata ad alcuni degli strani e meravigliosi nuovi esopianeti scoperti nel 2022, inclusi i mondi acquatici e un gigante gassoso “nel grembo materno”

O parli extraterrestre? Gli scienziati affermano che la Terra deve prepararsi per un incontro alieno prima che sia troppo tardi

Nel frattempo, uno studio ha scoperto che la cometa ATLAS potrebbe essere un residuo di una misteriosa palla di fuoco che si è propagata entro 23 milioni di miglia dal sole 5.000 anni fa

CHE COS’È IL PROGRAMMA SATELLITE OPERATIVO GEOSTAZIONARIO AMBIENTALE?

Il Geostationary Operational Environmental Satellite Program (GOES) è uno sforzo congiunto della NASA e della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA).

La costellazione geostazionaria operativa GOES-S del NOAA è composta da: GOES-16, che opera come GOES-East, GOES-15, che opera come GOES-West e GOES-14, che opera come scorta in orbita. GOES-17 dovrebbe essere pienamente operativo entro la fine dell’anno.

La serie GOES-R manterrà il sistema a due satelliti implementato dall’attuale serie GOES.

Tuttavia, le posizioni dei satelliti GOES-R operativi saranno 75 gradi di longitudine ovest e 137 gradi di longitudine ovest.

Quest’ultimo è uno spostamento per eliminare i conflitti con altri sistemi satellitari.

La durata operativa della serie GOES-R si estende fino a dicembre 2036.

Questi veicoli spaziali aiutano i meteorologi a osservare e prevedere eventi meteorologici locali, inclusi temporali, tornado, nebbia, uragani, inondazioni improvvise e altre condizioni meteorologiche avverse.

Inoltre, le osservazioni GOES si sono dimostrate utili nel monitoraggio di tempeste di polvere, eruzioni vulcaniche e incendi boschivi.

I benefici che migliorano direttamente la qualità della vita umana e la protezione dell’ambiente terrestre includono:

  • Supporto al sistema di ricerca e salvataggio assistito da satellite (SARSAT)
  • Contribuire allo sviluppo di servizi di allerta ambientale in tutto il mondo e miglioramenti dei servizi ambientali di base
  • Migliorare la capacità di previsione e fornire avvisi in tempo reale sui disturbi solari
  • Fornire dati che possono essere utilizzati per estendere la conoscenza e la comprensione dell’atmosfera e dei suoi processi

La prossima serie di satelliti GOES include GOES-R, S, T e U.

.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *