Perché i siti web vogliono sempre che io usi le loro app?

Prompt dell'app sul sito mobile.

Se navighi sul Web sul tuo telefono, quasi sicuramente hai visto delle richieste che ti chiedevano di installare un’app. Sembra strano creare un bel sito Web ottimizzato per i dispositivi mobili solo per supplicare le persone di utilizzare invece un’app. Perché?

Al di là del fatto che in genere è fastidioso essere bombardati da richieste quando si visita un sito, si pone la domanda sul perché? Non sono orgogliosi dell’esperienza offerta dal sito mobile? Ci sono alcuni motivi per cui il proprietario del sito web trae vantaggio dall’utilizzo dell’app.

Le app native si sentono meglio

Una cosa che sembra vera, indipendentemente dalla piattaforma che utilizzi, è che le app native si sentono meglio sui telefoni. I browser per dispositivi mobili sono diventati molto validi, ma un’app nativa sarà generalmente più veloce e più facile da navigare.

Le app native possono integrarsi meglio con le funzionalità del sistema. I menu e i pulsanti di navigazione possono corrispondere a quelli a cui sei abituato in altre app. Un sito mobile avrà generalmente lo stesso aspetto su iPhone e Android, ma le app possono essere personalizzate maggiormente in base alla piattaforma.

I proprietari di siti web vogliono che l’esperienza sia il più indolore possibile, quindi continui a tornare. Ecco perché cercano di convincerti a usare quella che pensano sia l’opzione migliore. (Tuttavia, devo chiedermi come si sentano le persone che lavorano sul sito mobile.)

Le app ti riportano indietro

Un’altra cosa che le app native sono più brave a fare sono le notifiche e le notifiche sono importanti per riportare gli utenti all’app. I siti mobili possono anche inviare notifiche tramite il browser, ma la maggior parte delle persone rinuncia quando viene data l’opzione.

Android, in particolare, rendeva semplicissimo l’invio di notifiche da parte delle app. Gli utenti hanno dovuto fare di tutto per disattivarli, il che ha portato a un sacco di spam nelle notifiche. Questo problema è stato risolto nelle ultime versioni di Android, ma le persone sono generalmente più inclini a consentire le notifiche nelle app rispetto ai siti web.

Le app sono anche più facili da inserire nella schermata iniziale rispetto alle scorciatoie dei siti Web mobili. Avere l’icona dell’app sulla schermata iniziale ti renderà molto più propenso ad aprirla di nuovo. Questo è l’obiettivo finale: farti tornare ancora e ancora.

RELAZIONATO: Come fermare le fastidiose notifiche del sito Web in Chrome su Android

Ulteriori informazioni sull’utente per gli inserzionisti

Come forse ti saresti aspettato, anche gli inserzionisti svolgono un ruolo nei siti Web che spingono le app. Informazioni diverse possono essere raccolte in un’app nativa rispetto a un sito web.

Quando navighi sul Web, i tuoi dati vengono raccolti tramite i cookie. Vengono tracciate informazioni come la cronologia di navigazione e le preferenze dell’utente. Tuttavia, le app hanno accesso a dati demografici e sulla posizione anonimi, che sono ancora più preziosi per gli inserzionisti.

Ovviamente, sia che utilizzi il sito per dispositivi mobili o l’app, il tuo utilizzo viene monitorato e gli inserzionisti vengono a conoscenza di te. Ma il tuo browser potrebbe avere alcune funzionalità di blocco di annunci e tracker integrate che non sono presenti nell’app del sito.

RELAZIONATO: Che cos’è un cookie del browser?

Gli utenti preferiscono davvero le app?

La grande domanda è quale utente preferisce effettivamente: sito web o app? Ci sono alcune prove che infastidire le persone per installare un’app potrebbe non essere necessario per aumentare l’attività e il coinvolgimento.

Nel 2016, Google ha evidenziato i risultati del passaggio di Flipkart da un approccio solo per app nativa a un’app Web progressiva (PWA), che può funzionare online e avere un’icona nella schermata iniziale, proprio come un’app nativa. Gli utenti preferivano drasticamente utilizzare l’app Web rispetto all’app nativa.

Gli utenti hanno trascorso tre volte più tempo sull’app Web rispetto all’app nativa. C’è stato un tasso di coinvolgimento maggiore del 40% e un tasso di conversione maggiore del 70% per le persone che hanno aggiunto un collegamento al sito nella schermata iniziale. E, cosa molto interessante, l’app Web ha utilizzato tre volte meno dati.

Questo è solo un esempio, ma con la qualità dei browser e dei siti Web mobili, in particolare con le app Web progressive, sembrerebbe che le app native non siano mai state meno necessarie. Quindi, per favore, smettila di infastidirci.

RELAZIONATO: Che cos’è un’app Web progressiva (PWA)?

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *