L’intelligenza artificiale può risolvere gli oneri amministrativi sanitari?

L’aumento della pressione e l’onere del lavoro amministrativo non solo influenzano il livello di stress e il burnout dei medici, ma hanno un effetto a catena sulla cura del paziente.

La mancanza di tempo porta a interazioni affrettate con il paziente ed errori nella codifica sul back-end causati da imprecisioni durante l’acquisizione della storia del paziente.

Quando la qualità dell’assistenza ai pazienti diminuisce, i ricoveri ospedalieri aumentano, con un conseguente costo elevato per le organizzazioni sanitarie. La Germania stima una perdita media annuale di 9 miliardi di euro, mentre la Svizzera ha una perdita media annua di 5,8 miliardi di euro, a causa dello stress e dell’esaurimento dei medici.

La tecnologia fornisce una risposta

Le organizzazioni sanitarie si stanno affidando a soluzioni basate sulla tecnologia per risolvere questi problemi universali. L’intelligenza artificiale (AI) può aiutare a combattere le crescenti richieste dei medici creando un percorso continuo dalla storia completa del paziente, fino alla codifica accurata e completa.

Al primo punto di contatto di un medico con un paziente, il processo di codifica è già iniziato; L’intelligenza artificiale mantiene il medico a mani libere e concentrato sul paziente attraverso il riconoscimento vocale e la trascrizione. Ciò significa più tempo speso a costruire connessioni umane e meno tempo davanti agli schermi dei computer.

Secondo l’American Academy of Family Physicians, gli appuntamenti del medico di base richiedono in media 18 minuti, di cui il 49% del tempo è dedicato alla gestione delle cartelle cliniche elettroniche.

Sebbene i medici di solito abbiano pochi problemi a documentare le condizioni iniziali di un paziente, potrebbero non riuscire a documentare completamente le condizioni secondarie perché sono completamente concentrati sul trattamento del paziente.

Precisione crescente

La documentazione medica assistita da computer (CAPD) funge da scriba e consulente, spingendo i medici con suggerimenti sulla documentazione per rendere la tenuta dei registri il più completa possibile. Queste sollecitazioni non intrusive riducono lo stress del medico e rafforzano la fatturazione e il rimborso accurati.

Poiché l’intelligenza artificiale assiste nel processo di cattura-codifica, i sistemi integrati di cartelle cliniche elettroniche (EHR) devono lavorare in tandem con i sistemi basati su cloud per trasmettere e collegare le informazioni tra i dipartimenti.

La rimozione dei silos dipartimentali non solo consente di risparmiare tempo, ma riduce le possibilità di errori e lavoro duplicato. La condivisione delle informazioni tra i reparti offre trasparenza al ciclo delle entrate e fornisce un quadro completo sia della storia del paziente che della salute della popolazione.

La codifica accurata è stata riconosciuta come essenziale, con alcuni paesi che implementano un modello di pagamento Payment by Results (PbR), per incoraggiare servizi efficienti per i pazienti abbinati a codifica e fatturazione accurate.

“Migliore è la codifica, migliore è il risultato per l’ospedale, che consente all’ospedale di prendere decisioni che miglioreranno i propri servizi ai pazienti”, spiega Catalin Velescu, direttore della divisione di area 3M della regione EMEA.

3M HIS sfrutta la tecnologia per ottimizzare i flussi di lavoro e assistere le organizzazioni sanitarie nella codifica, documentazione e fatturazione accurate. Le soluzioni che utilizzano il riconoscimento vocale e il CAPD stanno già alleviando il lavoro associato alla documentazione degli incontri con i pazienti, ma saranno compiuti progressi ancora maggiori attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale conversazionale e ambientale. Funziona in background per catturare le interazioni medico-paziente e aiutare i medici a completare le attività standard più velocemente. Rimuovendo gli oneri amministrativi, la tecnologia riduce lo stress del medico e migliora la qualità dell’assistenza ai pazienti.

Per saperne di più su 3M HIS, vedere qui.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *