L’ex ragazzo accusa George Santos di avergli rubato il telefono, non aver pagato le bollette e non essere mai andato a lavorare: rapporto

Giorgio Santos

Il deputato eletto di New York George Santos parla durante la riunione annuale della leadership della Republican Jewish Coalition (RJC).David Becker per il Washington Post/via Getty Images

  • Il rappresentante eletto George Santos ha ammesso di aver inventato parti importanti della sua storia di vita.

  • Il suo ex ragazzo ha detto al New York Times che si sente credulone per aver creduto ad alcune delle bugie.

  • L’ex di Santos ha accusato Santos di avergli rubato il telefono e di aver pagato raramente le bollette, secondo The Times.

Martedì è previsto che George Santos prenda la parola alla Camera dei Rappresentanti, ma un elenco sempre crescente di scandali e richieste di dimissioni sembrano destinate a mettere in ombra il suo giuramento.

Il deputato eletto ha ammesso di aver inventato parti significative della sua storia di vita dopo che un’indagine del New York Times ha rivelato che il suo curriculum consisteva in bugie.

E un nuovo articolo del New York Times, pubblicato lunedì, mostra che ex amici e colleghi affermano che Santos, 34 anni, ha intessuto per anni una narrativa immaginaria sulla sua vita.

Pedro Vilarva, che ha incontrato Santos nel 2014, ha frequentato il politico combattuto per alcuni mesi prima che si trasferissero insieme, secondo The Times.

Vilarva ha detto che Santos, eletto a novembre per rappresentare un distretto di Long Island, che ha trovato “affascinante e dolce”, raramente ha contribuito alle bollette.

“Diceva che avrebbe ricevuto denaro da Citigroup, era un investitore”, ha detto Vilarva, per The Times. “Un giorno è una cosa, un giorno è un’altra cosa. In realtà non è mai andato a lavorare.”

Citigroup ha detto al Times di non avere alcuna traccia di Santos che abbia mai lavorato lì. Goldman Sachs, che Santos ha anche elencato come ex posto di lavoro, ha detto al giornale di non avere alcuna traccia del suo impiego.

Nel 2015, Vilarva ha detto che Santos lo ha sorpreso con i biglietti aerei per le Hawaii. Tuttavia, i biglietti non esistevano, ha detto il Times. Il giornale ha riferito che in un momento simile, Vilarva ha notato che il suo cellulare era scomparso.

Ha detto che credeva che Santos l’avesse rubato e impegnato, secondo The Times.

Dopo questi incidenti, Vilarva ha detto al giornale di aver cercato il nome di Santos online e di aver scoperto che la polizia brasiliana lo voleva.

Nel 2008, The Times ha riferito che Santos, allora 19enne, è stato accusato di aver rubato un libretto degli assegni dell’uomo di cui sua madre si prendeva cura.

Citando gli atti del tribunale brasiliano, il giornale ha affermato che Santos ha utilizzato il libretto degli assegni per effettuare acquisti fraudolenti. Due anni dopo, ha detto il Times, ha confessato il crimine ed è stato accusato, ma il caso rimane irrisolto.

Questa rivelazione è stata il punto di rottura per l’ex fidanzato di Santos, ha detto al giornale. “Mi sono svegliato la mattina e ho messo le mie cose in sacchi della spazzatura, ho chiamato mio padre e me ne sono andato”, ha detto.

Vilarva ha detto al Times di essere stato credulone per aver creduto a Santos, che è stato eletto a novembre, e ha aggiunto di essere preoccupato per l’impatto che l’apparente propensione del politico a mentire potrebbe avere se diventasse – e rimanesse – un funzionario eletto.

“Avrei paura di avere qualcuno del genere al comando – con così tanto potere nelle sue mani”, ha detto, per The Times.

Insider non è riuscito a contattare Santos per un commento.

I pubblici ministeri di New York hanno detto mercoledì che stanno indagando su Santos.

“Le numerose invenzioni e incoerenze associate al deputato eletto Santos sono a dir poco sbalorditive”, ha dichiarato Anne T. Donnelly, repubblicana e procuratore distrettuale della contea di Nassau, secondo l’Associated Press.

“I residenti della contea di Nassau e di altre parti del terzo distretto devono avere un rappresentante onesto e responsabile al Congresso”, ha detto Donnelly, aggiungendo: “Se un crimine è stato commesso in questa contea, lo perseguiremo”.

Leggi l’articolo originale su Business Insider

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *