Le 5 migliori certificazioni più remunerative nel 2023

Oggi, i professionisti IT cercano sempre più di entrare in una posizione più redditizia. Tuttavia, trovano difficile far passare i loro curriculum oltre le risorse umane e i reclutatori e nelle mani dei responsabili delle assunzioni. Uno dei modi migliori per attirare l’attenzione di un reclutatore è ottenere una certificazione IT altamente riconosciuta, preferibilmente una che richiede uno stipendio più alto.

Le organizzazioni cercano persone con credenziali credibili che confermino la loro esperienza. Le certificazioni IT non solo sono considerate una conferma attendibile delle conoscenze, delle competenze e delle attitudini di un potenziale dipendente, ma possono anche determinare il potenziale di guadagno di una persona. È ben documentato che i professionisti IT con certificazioni in genere guadagnano stipendi più alti rispetto a quelli senza di loro. Ad esempio, i professionisti del cloud computing generalmente superano in media $ 100.000 all’anno; al contrario, quelli con una certificazione di cloud computing hanno una media di oltre $ 150.000-160.000 all’anno.

Ma non tutte le certificazioni IT sono redditizie. Un recente sondaggio di Soft Skill ha rilevato che i dipendenti che guadagnano gli stipendi più alti nel 2023 sono certificati in cloud computing, sicurezza informatica o gestione dei progetti. I professionisti IT con queste competenze sono molto richiesti e naturalmente hanno stipendi più alti.

Ecco cinque certificazioni per le quali i professionisti IT saranno ben pagati nel 2023.

1. Architetto di soluzioni AWS Professionista

Amazon Web Services (AWS) è il più grande fornitore di servizi di cloud pubblico al mondo, rendendo la certificazione AWS Solutions Architect Professional una delle certificazioni più richieste per il 2023. Secondo gli oltre 2.500 intervistati al sondaggio sulle competenze e gli stipendi IT di Skillsoft, l’AWS Certified Solutions Architect è stata la certificazione IT più remunerativa nel 2022.

La sua popolarità aumenterà solo man mano che sempre più aziende sposteranno le loro operazioni IT nel cloud. Pertanto, se sei un professionista del cloud computing con almeno un anno di esperienza nella creazione di soluzioni per la piattaforma AWS e sei interessato ad avanzare nella tua carriera verso una posizione più redditizia, dovresti prendere in considerazione il conseguimento della certificazione AWS Solutions Architect Professional.

Gli architetti di soluzioni AWS creano, implementano e supportano infrastrutture cloud. Avendo una certa esperienza con l’amministrazione di sistemi Linux, una conoscenza di base dei database e una conoscenza operativa dei sistemi distribuiti e delle architetture multilivello, sarai in grado di soddisfare i prerequisiti per ottenere la certificazione.

Vedi altro: MCSA vs. MCSE: 11 principali confronti

2. Architetto cloud professionista certificato Google Cloud Platform (GCP).

La certificazione GCP Professional Cloud Architect è una certificazione ampiamente riconosciuta e rispettata che dimostra la tua esperienza e abilità nella progettazione, sviluppo e gestione di soluzioni cloud altamente sicure e conformi alle normative di conformità.

Se sei un professionista del cloud con un minimo di tre anni di esperienza nel settore nella creazione e gestione di sistemi per Google Cloud Platform (GCP), puoi avanzare nella tua carriera diventando un GCP Certified Professional Cloud Architect.

Non solo convaliderà la tua capacità di progettare, costruire e mantenere complessi sistemi basati su cloud sulla piattaforma Google Cloud, ma mostrerà anche che puoi analizzare problemi, identificare soluzioni e implementare l’architettura cloud più appropriata per raggiungere gli obiettivi aziendali.

3. Professionista certificato per la sicurezza dei sistemi informativi (CISSP)

La certificazione CISSP di (ISC)2 fornisce a un professionista la capacità di progettare, gestire e implementare in modo efficace una strategia di sicurezza informatica. In qualità di Certified Information Systems Security Professional, sei tenuto a proteggere le risorse informative di un’organizzazione creando policy e monitorando e valutando i rischi per la sicurezza.

CISSP convaliderà inoltre la tua capacità di condurre valutazioni del rischio e fornirà consigli su come mitigare i rischi, nonché pianificare, testare e implementare procedure di ripristino di emergenza. Se sei un esperto di sicurezza, manager o dirigente con cinque anni di esperienza lavorativa retribuita in due o più degli otto domini coperti dall’esame CISSP e desideri dimostrare la tua conoscenza attraverso un’ampia varietà di pratiche e principi di sicurezza, il CISSP farà sicuramente avanzare la tua carriera.

Vedi altro: Certificazione CISM: costo dell’esame, stipendio e lavoro

4. Certified Information Security Manager (CISM) dall’Information Systems Audit and Control Association (ISACA)

CISM è una certificazione avanzata che convalida che un professionista della sicurezza possiede le conoscenze e le competenze necessarie per essere in grado di progettare, progettare, implementare, gestire e valutare un programma di sicurezza delle informazioni a livello aziendale.

Dimostra inoltre competenza nella governance della sicurezza delle informazioni, nella gestione dei rischi per la sicurezza delle informazioni e nella gestione degli incidenti. I professionisti del CISM identificano, valutano, gestiscono e monitorano i rischi per la sicurezza delle informazioni di un’organizzazione. Questa certificazione dimostra ai datori di lavoro quanto successo avrai nella supervisione dei team e delle operazioni di sicurezza.

Se hai almeno 5 anni di esperienza retribuita in una posizione di sicurezza delle informazioni, di cui almeno 3 trascorsi in un ruolo di gestione della sicurezza delle informazioni, sei pronto per avanzare nella tua carriera ottenendo la certificazione CISM. Questa certificazione è specificamente progettata per responsabili della sicurezza delle informazioni, revisori IT e consulenti e manager IT che supportano la gestione del programma di sicurezza delle informazioni.

5. PMP: Project Management Professional del Project Management Institute

Se stai cercando di passare a un ruolo manageriale, di leadership o strategico, devi considerare di diventare un Project Management Professional certificato. PMP è un accreditamento di gestione dei progetti IT riconosciuto a livello internazionale. La retribuzione media dei titolari di certificati PMP è aumentata continuamente sin dal suo inizio. PMP dimostra competenza nella gestione di progetti, inclusi budget, obiettivi e team di progetto.

Se hai da tre a cinque anni di esperienza nella gestione di progetti, di cui 4500 ore in un ruolo di gestione di progetti (i professionisti che non hanno conseguito una laurea quadriennale devono avere 7500 ore) e un minimo di 35 ore di formazione in un progetto simile , soddisferai i prerequisiti per il conseguimento della certificazione PMP.

In qualità di project manager certificato, sarai responsabile della guida e della gestione di tutti gli aspetti di un progetto, dalla definizione dei requisiti fino al completamento, compresa la determinazione di un piano di progetto, la gestione delle risorse e il rispetto delle scadenze.

Vedi altro: Certificazione CISSP: costo degli esami, stipendio e lavoro nel 2022

La strada davanti

Ora che sai quali certificazioni ti condurranno verso una carriera ben retribuita, il passo successivo è identificare quale certificazione è più adatta a te confrontando le responsabilità di ciascun ruolo certificato con le tue capacità, talenti e preferenze.

Successivamente, determina se la certificazione scelta è richiesta nella tua regione. Quindi, inizia a lavorare per ottenere la certificazione ottenendo l’esperienza e la formazione necessarie per superare l’esame di certificazione. Infine, dopo aver ottenuto la tua certificazione, puoi aggiungere quella credenziale al tuo curriculum.

Questo articolo ti ha aiutato a scegliere una certificazione? Raccontaci FacebookApre una nuova finestra