Confronto fotocamera Vivo X90 Pro Plus vs iPhone 14 Pro Max vs Pixel 7 Pro: il nuovo sensore della fotocamera da 1 pollice è così rivoluzionario?

Specifiche della fotocamera:

La caratteristica distintiva del Vivo è il suo sensore della fotocamera principale più grande del solito, e più grande è il sensore, migliore è la raccolta della luce che lo aiuta a catturare foto e video più nitidi di notte.

La presenza di una fotocamera con zoom 2X dedicata significa che Vivo prende sul serio gli scatti in modalità ritratto di persone poiché 2X è la distanza focale perfetta per tali ritratti.

Profili colore Vivo

Prima di dare il via a questo confronto tra fotocamere, dovresti sapere che hai due diverse modalità colore nell’app fotocamera Vivo, quella predefinita con colori leggermente più saturi e incisivi e un aspetto “Zeiss naturale” con colori più attenuati e realistici. Ci atteniamo alla modalità predefinita più avanti, ma apprezziamo molto la possibilità di utilizzare colori più neutri e pensiamo che anche altri telefoni dovrebbero prendere in considerazione l’aggiunta di tale opzione.

Fotocamera principale

Il Vivo si abbina a colori estremamente vivaci se si opta per le impostazioni predefinite

Puoi immediatamente dire che Vivo sceglie questi colori estremamente vibranti e saturi rispetto ai colori molto meno aggressivi di iPhone e Google Pixel. L’esposizione è luminosa e allegra, le ombre sono sollevate ed è un aspetto molto giubilante, ma non del tutto realistico. Ovviamente, il passaggio alla modalità colore neutro Zeiss aiuterà in questo.

Vediamo qualcosa di simile in questo secondo scatto in cui la foto del Vivo risalta con i suoi colori saturi. Questo aspetto ci ricorda il modo in cui i telefoni Samsung Galaxy elaborano le immagini mentre scelgono anche questo stile di colore incisivo.

La prossima immagine mostra la preferenza per colori più caldi e un’esposizione più luminosa sul Vivo rispetto ai verdi più freddi e alle immagini leggermente più scure su iPhone e Pixel.

Infine, abbiamo un’altra ripresa giornaliera che è interessante perché illustra bene le tendenze per ciascuno di questi telefoni.

L’iPhone ha un’esposizione leggermente più luminosa e un aspetto distinto con tonalità di verde più fredde, ma nel complesso è abbastanza vicino alla realtà.

Il Vivo ha un aspetto quasi da cartone animato con colori fortemente esagerati e ombre sollevate.

Il Pixel, d’altra parte, ha uno scatto scuro, leggermente sottoesposto con colori tenui.

Dettagliato

L’iPhone ha alcuni problemi con gli artefatti dell’alone

Il Vivo conserva un’eccellente quantità di dettagli e puoi distinguere piccoli frammenti di testo quando ritagli un’immagine. Il Pixel è vicino, ma di solito non altrettanto buono, e l’iPhone è un terzo distante poiché le sue immagini hanno la minima quantità di dettagli.

L’iPhone 14 Pro Max ha anche una nitidezza eccessiva che non puoi disabilitare. Ciò si traduce in alcuni brutti artefatti “alone” o “bagliore” che sono particolarmente evidenti attorno ai bordi di elementi contrastanti come i singoli rami degli alberi sullo sfondo del cielo e altri. Il Vivo e il Pixel non soffriranno di questo problema.

Luce bassa

Il grande sensore del Vivo fa la differenza

La scarsa luminosità è dove questo sensore più grande del Vivo X90 Pro Plus brilla davvero e se guardi questa immagine su uno schermo più grande puoi davvero vedere i vantaggi: meno rumore, dettagli più puliti, uno scatto complessivamente migliore.

C’è anche una differenza nell’elaborazione delle immagini sui tre telefoni. L’iPhone 14 Pro Max si abbina a questo aspetto notturno più genuino con ombre più profonde e un cielo più scuro, ma potrebbe essere un po’ troppo scuro perché non puoi nemmeno notare che ci sono alberi dietro l’edificio. Il Vivo, d’altra parte, ti dà una foto più accattivante, ma anche più luminosa di quanto non sia nella vita reale e non così realistica. Il Pixel colpisce la via di mezzo qui.

In questo scatto in interni, il Vivo è stato colpito dall’albero di Natale illuminato e ha catturato una foto eccessivamente esposta, mentre il Pixel sembrava fare il miglior lavoro bilanciando la gamma dinamica e preservando i dettagli.

In questo scatto finale in condizioni di scarsa illuminazione, possiamo vedere il pupazzo di neve sovraesposto sull’iPhone, mentre il Pixel è un po’ troppo scuro, il che lascia il Vivo come quello con la migliore acquisizione fotografica qui.

Ultra largo

Chiudi la chiamata e il vincitore dipende dalle tue preferenze personali

Tutti e tre i telefoni hanno questo aspetto estremamente ultra-ampio: l’iPhone ha un campo visivo equivalente a 13 mm, mentre Vivo e Pixel sono solo un po’ più stretti a circa 14 mm.

L’elaborazione delle immagini con la fotocamera ultra grandangolare è simile alla fotocamera principale di ogni telefono, il che significa quanto segue:
  • l’iPhone ha colori dall’aspetto più naturale con verdi più freddi e un aspetto più contrastato, con dettagli meno definiti
  • il Pixel punta su un aspetto più piatto, più morbido e più HDR con ombre sollevate
  • il Vivo punta su colori caldi estremamente saturi

Nel complesso, i colori estremi del Vivo sono un po’ una svolta per questo revisore, ma ancora una volta, la modalità naturale Zeiss è qualcosa che potresti voler provare a risolvere il problema. I dettagli sono solitamente più abbondanti su Vivo e Pixel rispetto all’iPhone.

Confronto zoom

Pixel sembra fare il miglior lavoro durante lo zoom

Vivo X90 Pro Plus è dotato di due fotocamere con zoom: una con zoom 2X e una con zoom 3,5X.

Confrontando gli scatti con zoom 3,5X con l’obiettivo con zoom 3X nativo sull’iPhone e lo zoom digitale 3X sul Pixel, il Vivo arriva in cima con meno rumore e dettagli più risolti, ma i colori diventano ancora più estremi quando si ingrandisce e questo diventa prepotente .

Non sorprende che con lo zoom 5X Pixel prenda il comando in quanto ha un obiettivo zoom 5X dedicato, che manca agli altri due telefoni, ma la differenza non è poi così grande.

Abbiamo anche scattato foto a 10X in cui tutti i telefoni utilizzano lo zoom digitale e abbiamo scoperto che il Pixel aveva l’aspetto più naturale e pulito, seguito da vicino dal Vivo che presentava alcuni artefatti e sebbene fosse più contrastato, non sembrava così pulito e l’iPhone era un terzo distante con molti meno dettagli rispetto agli altri due.

Modalità ritratto

È meglio che Google faccia qualcosa per il pasticcio della modalità verticale di Pixel 7 Pro

L’uso della modalità zoom 2X sembra il modo più versatile per catturare uno scatto in modalità verticale, ma è interessante notare che Pixel ha una modalità 1X e 2X che in realtà sono più simili a 1,7X e 2,5X, quindi l’etichetta nell’interfaccia utente della fotocamera Pixel è un po’ fuorviante .

L’iPhone scatta una foto bilanciata con un piacevole aspetto naturale, il Vivo sembra un po’ troppo elaborato in quanto mi espone in modo troppo luminoso, mentre il Pixel manca solo di dettagli e sembra così croccante.

Passando agli scatti del viso, Pixel cade completamente a pezzi, mentre l’iPhone fa buon uso dell’obiettivo zoom 3X. L’obiettivo zoom 3,5X sul Vivo potrebbe essere un po’ troppo stretto per gli scatti del viso in spazi ristretti, ma immaginiamo che funzionerebbe benissimo per gli scatti in modalità ritratto di animali domestici.

Infine, ecco un altro scatto in modalità ritratto.

Selfie

Il Pixel ha la fotocamera selfie più ampia

La fotocamera selfie segue le tendenze che abbiamo visto in precedenza: colori vivaci su Vivo, aspetto più equilibrato su iPhone e un’esposizione più scura su Pixel. L’iPhone sembra trovare il miglior equilibrio in questo primo scatto.

Hai una modalità selfie ampia e ravvicinata su tutti e tre i telefoni. La larghezza è una delle più ampie su Pixel, quindi è più facile catturare un gruppo più ampio di persone su di esso.

Conclusione

Quindi, alla fine, Vivo X90 Pro Plus è il nuovo re della fotocamera che tutti stavamo aspettando?

Dopo averla usata per un po’, pensiamo che sia un’ottima fotocamera a tutto tondo che funziona particolarmente bene in condizioni di scarsa illuminazione. Durante il giorno, scatta foto piacevoli con una buona quantità di dettagli e senza problemi evidenti, tranne uno, che è l’estrema elaborazione del colore nell’impostazione predefinita, ma non è una cosa da poco.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *